La struttura del progetto insita nella funzione stessa del pensare, si pone come questione del supposto presente, delle logiche che lo costituiscono e delle chances di riuscita di un possibile futuro.
Conoscere infatti l'imperscrutabile e complesso progetto che fa un presente che sfugge, e intendere le logiche proiettive del desiderio che infutura, è la sfida dell'analisi e della ricerca che si confrontano con il progetto del vivere. Un vivere inteso come intelligenza delle fantasmatiche personali e del tempo, e articolazione dell'entropia del residuo che non smaltisce l'intensità del desiderio.
Un gioco complesso che gli umani affrontano fra invenzioni e leggi dove il successo dell'arte si confronta con le impasses che impediscono la bellezza che può salvare il mondo. LOGICHE 2 propone ancora una volta la fondazione di uno studium che riproponga il progetto del linguaggio. Quel linguaggio le cui risorse devono rendersi di nuovo o finalmente, disponibili attraverso una scuola a disposizione di studiosi e ricercatori che possa elaborare in termini operanti la questione dell'essere e dell'esistere, nella vita come presente e come progetto.

Articolata in 4 sezioni:

Retorica

Epistemologia

Psicoanalisi

Matematiche

Ultimo Aggiornamento ( 01/10/2006 )